Caffè Galante

«common spaces and coffee houses have a rich history of affecting the democratic process» Jack Dorsey


Lascia un commento

Dell’Immateriale; Notte per la Cultura 2017, la tappa al Caffè Galante

01_20170805_2015005 Agosto 2017 – Dell’Immateriale ma anche dell’Attraversamento potremmo definire la tappa al Caffè Galante di questa ottava edizione della Notte per la Cultura, organizzata dall’associazione Officina delle Idee con il contributo del Comune di Patti e di molte altre associazioni pattesi, e infatti, oltre che tappa, nell’edizione di quest’anno, il Caffè Galante è stato luogo di attraversamento lungo il percorso delle visite guidate; diversamente dalle precedenti edizioni, al Caffè Galante i visitatori sono giunti quest’anno dalla piazza Sturzo, piuttosto che dalla via Regina Elena; alcuni di essi, dopo essere entrati, si sono soffermati per “registrare” sensazioni e stati d’animo del momento per poi proseguire attraversandolo e, dopo aver sostato anche nella sala “liberty”, proiettarsi quindi verso la successiva tappa di piazza Niosi.

Già Fabio Fornasari ipotizzava nel 2008 che al Caffè Galante non si sarebbe più andati a scrivere soltanto con carta e penna ma si sarebbero utilizzati anche i nuovi strumenti che il sapere umano ha creato nel suo lungo cammino per condividere così, con una più ampia platea di fruitori/avventori, emozioni, pensieri, poesie ispirate da quel luogo.

Ed ecco allora Sebastian Recupero, Davide Galipo, Francesco Campochiaro & Co. raccogliere all’inizio dell’attraversamento del Caffè Galante, pensieri e sensazioni che verranno poi mischiate e ricomposte per creare un’installazione sonora e visiva di cui fruire a fine percorso, nella cripta della chiesa di Sant’Ippolito.

Dell’Immateriale, dell’Attraversamento e delle Contaminazioni, già, dimenticavamo, il tema di quest’anno della Notte per la Cultura 2017.

Qui la fotogallery della tappa

Annunci


1 Commento

I° Kublai Video Contest

Kublai ha lanciato un’altra delle sue iniziative e così abbiamo provato a partecipare; si tratta del I° Kublai Video Contest.

Il video che abbiamo presentato, “Caffè Galante in tre minuti reloaded“, della durata di tre minuti, come previsto dal bando, e che racconta il progetto e la storia del Caffè Galante, ha superato la prima selezione operata dallo staff di Kublai ed ora gareggia, insieme agli altri cinque video selezionati, sperando che raccolga gli apprezzamenti dei kublaiani (chi volesse votarlo deve prima iscriversi alla piattaforma di Kublai).

A suo tempo, il progetto suscitò parecchie simpatie ed apprezzamenti ma Kublai in questi anni è cresciuta e sono ormai molti i nuovi kublaiani che, giocoforza, non hanno partecipato o assistito alla genesi di questo vecchio progetto e quindi non sappiamo quanto potrà eventualmente essere da loro apprezzato; incrociamo le dita e speriamo bene.

Con un piccolo sforzo (il tempo necessario a registrarsi su Kublai) contiamo anche sul vostro sostegno e su quello di chi ha a cuore la riapertura del caffè.

Questo il link per votare

Grazie in anticipo a chi vorrà sostenerci 🙂


Lascia un commento

Notte per la Cultura 2014

Sabato 9 Agosto 2014, alle ore 21.15 prenderà il via la quinta edizione della “Notte per la Cultura”, hashtag #npc14, l’atteso evento socio-culturale organizzato congiuntamente dall’associazione di promozione sociale “Officina delle Idee” e dal “Club Amici di Salvatore Quasimodo di Patti”. Punto di raduno, torna ad essere la piazza Marconi, di fronte al Palazzo del Turismo, sede del Servizio Turistico Regionale, Unità operativa di Patti che insieme al Comune di Patti patrocina l’evento di quest’anno.

“Dal Risorgimento al Secondo Dopoguerra” il tema di questa edizione che vedrà, al solito, la conduzione di quattro visite guidate gratuite nel centro storico di Patti (alle 21.15, 21.45, 22.15 e 22.45), con lo scopo di promuoverlo e valorizzarlo.

Caratterizzata come sempre da elementi innovativi, Notte per la Cultura 2014 rende disponibile una mappa online dei luoghi e dei monumenti interessati dall’evento, accessibile inquadrando dal proprio smartphone, con apposito lettore, il QR-Code presente sul volantino (realizzato dal bravo Pierluigi Gammeri), o digitando sul proprio browser l’indirizzo http://bit.ly/1oaayK2. A differenza delle precedenti edizioni, la mappa di quest’anno è ricavata da OpenStreetMap e si caratterizza per l’elevata precisione e livello di dettaglio dell’impianto viario del centro storico pattese.

Si partirà, dunque, da piazza Marconi, dove sarà presente per tutta la durata dell’evento, un punto informativo a disposizione dei visitatori e dove si potrà visitare, grazie alla disponibilità del Servizio Turistico Regionale, il Palazzo del Turismo con il suo Fondo Librario ed Archivistico ‘Nino Falcone’, il Museo di Arte Ceramica Contemporanea “Umberto Caleca” e la collezione “Artisti nel Piatto”; nella piazza Marconi sarà anche allestita, a cura della Libreria Mosca, l’esposizione di antiche riproduzioni fotografiche pattesi. Dopo aver percorso il breve tratto iniziale di via Garibaldi e la via Regina Elena, si farà tappa al Caffè Galante dove, allietati dalla chitarra argentina di Mauricio Gabriel Casella, ci si potrà immergere negli anni trenta del secolo scorso e rivivere la vivace atmosfera che portò alla nascita del periodico “Vita Nostra”. Si proseguirà quindi per piazza Niosi, il vecchio carcere e, passando dalla via Roma e dalla Vecchia Pescheria, si giungerà in piazza Scaffidi dove a Palazzo dell’Aquila, sede del Comune, saranno esposti il cinquecentesco Liber Rubeus, con la nota lettera di Giuseppe Garibaldi, il ritratto restaurato di Vittorio Emanuele II° del pittore pattese Francesco Nachera (1815-1881), il quadro raffigurante Santa Caterina e la Gala del Senato. Nella piazza sottostante ci si soffermerà in particolar modo di fronte alla lapide che ricorda le vittime civili dei bombardamenti del 9 Agosto 1943, fatta installare lo scorso anno dall’associazione “Il Paese Invisibile” e dal “Rotary Club di Patti Terra del Tindari”. Nel proseguire verso il Seminario si passerà davanti alla bella chiesa degli Agonizzanti, aperta per l’occasione, e nelle vicinanze di Casa Nachera, attualmente interessata dai restauri degli affreschi del pittore pattese. Ci si dirigerà quindi verso Casa Saggio (oggi Casa Rubes) dove si potrà ascoltare la lettura di brani tratti dalla corrispondenza intercorsa tra Raffaele Saggio e il premio Nobel Salvatore Quasimodo. Si proseguirà infine verso la Villa Comunale Umberto I°, dove sarà allestita un’esposizione di cartoline e stampe storiche pattesi e una di foto storiche della stessa villa; sarà possibile ascoltare notizie e dettagli di carattere storico e botanico relativi alla villa e allietati dal gruppo musicale Velut Luna, assaggiare e gustare gli immancabili pasticciotti di carne e cardinali apprezzati dolci tipici ed esclusivi della pasticceria pattese, offerti dalle pasticcerie Mastrolembo e De Pasquale.

Buona Notte per la Cultura 2014 a Patti #npc14.

volantino_npc14
mappa_offline_npc14____________________________________________

Aggiornamenti: la fotogallery dell’evento al Caffè Galante