Caffè Galante

«common spaces and coffee houses have a rich history of affecting the democratic process» Jack Dorsey


Lascia un commento

Caffè Galante primo negozio storico in Italia a “I Luoghi del Cuore” 2018, Grazie!

Puntualmente, come preannunciato, a poco più di due mesi dal 30 Novembre, quando si è concluso, sono stati finalmente resi noti nei giorni scorsi i risultati del 9° censimento “I Luoghi del Cuore” 2018.

Avevamo già diffuso, alla fine della competizione, notizie sui voti raccolti, che il risultato raggiunto era stato di gran lunga superiore a quello della precedente edizione del 2016 e che con un tale risultato, una volta avuta la validazione dei voti, avremmo conquistato il diritto di partecipare alla fase successiva del contest, in cui poter presentare al FAI, Fondo Ambiente Italiano, un progetto di recupero per il Caffè Galante e cercare di ottenerne il finanziamento.

Ebbene, il risultato atteso è stato confermato e il posizionamento ottenuto nelle varie classifiche ha riservato piacevoli e anche inaspettate sorprese che ci hanno gratificato e che fanno ben sperare per il futuro prossimo.

Riepilogando, i voti validati e attribuiti sono stati 4605, confermando quasi per intero (con lo scarto di soli 18 voti sul totale) il risultato atteso; nel mese di Marzo il FAI emetterà un bando, riservato ai luoghi che hanno conseguito almeno duemila voti, per partecipare, con la presentazione di un apposito progetto, alla richiesta di finanziamento di un intervento di restauro per il proprio luogo. Il finanziamento in questione potrà variare dai mille ai trentamila euro per ciascun luogo ammesso a partecipare al bando e, da quanto appreso nella conferenza stampa di presentazione dei risultati, l’attività di selezione sarà svolta dal FAI in stretta collaborazione con le soprintendenze ai beni culturali e ambientali dei territori di pertinenza.

Analizzando ora i dati relativi al posizionamento dei luoghi nelle varie classifiche, possiamo dire che i risultati conseguiti dal Caffè Galante si rivelano come un’ulteriore occasione di richiamo di attenzione verso la città e il territorio di cui lo storico caffè è parte; 92^ posizione nella classifica nazionale assoluta, 7^ posizione nella classifica dei luoghi siciliani, 2^ posizione nella classifica dei luoghi della provincia di Messina e, del tutto inaspettatamente, 1^ posizione in Italia nella classifica della categoria dei Negozi Storici, superando il famoso Caffè Pirona di Trieste (classificatosi al 169° posto della classifica generale), dopo essergli stato dietro per tutta la durata del contest, da Maggio a Novembre 2018.

In attesa ora che venga pubblicato il bando del FAI, si stanno valutando le modalità per inoltrare alla Soprintendenza ai Beni Culturali ed Ambientali di Messina la richiesta di dichiarazione di interesse culturale (il cosiddetto vincolo).

Il successo registrato in questa edizione de “I Luoghi del Cuore”, che ha visto più che quadruplicarsi i voti raccolti dal Caffè Galante rispetto alla precedente edizione del 2016 (non solo dalla città o dal territorio circostante e provinciale, essendo molti voti pervenuti da varie parti d’Italia e persino dall’estero), grazie a chi lo ha votato e a chi con il proprio impegno si è speso per favorire la raccolta dei voti, testimonia l’affetto e l’interesse verso questo piccolo caffé liberty siciliano di cui si vorrebbe poter fruire pienamente e lo riconosce come luogo che arricchisce l’offerta culturale e turistica del territorio.

Ringraziamo quindi con sincera gratitudine tutti coloro che votando hanno reso possibile questo successo e coloro che in prima persona si sono particolarmente spesi per raccogliere i voti o per favorirne la raccolta con il coinvolgimento di conoscenti e amici o organizzando iniziative che hanno permesso di far conoscere Caffè Galante ad una platea più ampia di persone in Italia e all’estero; molti di loro fanno parte del Comitato Pro Caffè Galante che ha seguito e coordinato la campagna dal Maggio al Novembre del 2018.

Tra coloro che hanno organizzato la raccolta di voti o contribuito a diffondere la campagna in rete ringraziamo in particolare, Giovanna Galante, Margherita Sidoti, Giuseppe Orlando, Cristina Picone, Mariella Saitta, Rosalia Simone, Gaia Mairo, Angela Pipitò, Marianna Bonsignore, Alessio Bartolo, Antonio Orlando, Maria Campana, Claudio Taranto, Luisa Cicero, Elisa Mugneco, Francesco Zappia, Angelo La Naia, Franco Gianelli, Francesco Privitera, Antonietta Privitera, Anna Privitera, Mattia Olivo, Lucia Olivo, Maria Mancuso, Nino Lo Iacono, Alberto Quartana, Nino Miragliotta, Anna Ricciardi, Salvo Nigro, Elena Trombetta, Cettina Aiello, Piero Paolicelli e gli amici di Open Data Sicilia e de Lo Stretto Digitale, alcuni negozi e attività artigianali del centro storico di Patti, CeliaVegando, Biancheria Giuseppe Faranda, Gioielleria Martines, Fotografia Antonino Germanò, Sartoria Natalino Agostino, Heroes Store, Farmacia Gugliotta, Little Market Giorgio e, all’estero, Carmelo Guido Galante e Monika Kielbowska, dal Regno Unito, Laura Galante e Fintan McArdle, dalla Nuova Zelanda, Lyubov Dovgaya, dalla Russia.

Tra coloro che hanno contribuito con varie iniziative, un grazie particolare a Nino Cadili, che oltre a raccogliere voti ha prodotto alcuni video promozionali molto belli per la campagna a favore del Caffè Galante, a Salvatore Cascio, protagonista bambino di Nuovo Cinema Paradiso, che con l’aiuto di Fabio Fornasari e Lucilla Boschi ha lanciato in un bellissimo video un invito molto forte e virale a favore del Caffè Galante, ai giornalisti, ai pubblicisti e alle relative testate di appartenenza, che si sono dimostrati sempre attenti nel diffondere le notizie riguardanti il Caffè Galante lungo tutta la durata del contest; Salvo Pizzuto (ConPatti), Benito Bisagni (Anni 60 News), Massimo Scaffidi (Scomunicando), Giuseppe Giarrizzo (Gazzetta del Sud, 98Zero), Claudio Taranto e Calogero Barone (TelePatti), Giancarlo D’Amico e Massimiliano Gagliano (InCammino), Giulia Pepe (Snap Italy), Canale Sicilia e Gioiosa Today.

Un ringraziamento a Salvatore Pantano che con professionalità ha brillantemente condotto il dibattito “Quale futuro per il Caffè Galante?” svoltosi il 18 Novembre e a cui hanno partecipato, seguiti da un attento e numeroso pubblico, Antonio Presti (Fondazione Fiumara D’Arte), Giulia Miloro (Delegazione FAI di Messina), Renato Di Blasi (Consorzio Tindari Nebrodi), Giuseppe Lembo (Pro Loco di Patti), Angela Pipitò (Italia Nostra), Filippo Nasca e Luigi Giacobbe, che ringrazio per avervi partecipato e per essersi prodigati in consigli e suggerimenti sulle possibili vie da seguire per restaurare e riaprire il Caffè Galante.

Un particolare ringraziamento ad Anna Ricciardi che ha avuto l’idea e con slancio generoso ha organizzato “Una Domenica Galante”, una giornata, quella appunto del 18 Novembre, che con il supporto del Comune di Patti (grazie anche al sindaco Mauro Aquino e all’assessore al Turismo, Ignazio Lipari), dell’Unione Commercianti Pattesi (ringraziamo in particolare il presidente Teodoro Cafarelli, Veruska Martines e gli associati Pasticceria del Bignè, Pasticceria Jolì, Pasticceria Sciotto, Pasticceria Dolci Delizie, Panificio La Coccinella, Pasticceria Le Dolcezze, Enoteca Compay Ron, Pizzeria Al Vecchio Carcere, Pizzeria Il Vicoletto, Prodotti bio CeliaVegando, Little Market Giorgio, Martines Gioielli e Dettagli Calzature che hanno contribuito ad arricchire la serata con i loro prodotti) e con il coinvolgimento degli alunni della Scuola Media V. Bellini di Patti, coordinati dal prof. Giuseppe Pizzardi, e degli artisti che hanno esposto le loro opere o che si sono esibiti, ha posto Caffè Galante al centro dell’attenzione, sensibilizzando la cittadinanza pattese, che ha risposto entusiasta e solidale, per conseguire l’obiettivo di passare alla fase successiva del contest e poter aspirare ad ottenere i primi mezzi per il restauro del Caffè Galante.

Per concludere, il nostro ringraziamento non può quindi che andare a loro, agli artisti che durante quella serata memorabile ci hanno regalato emozioni e suggestioni che hanno messo in risalto la loro bravura e anche la bellezza del nostro centro storico; Cinzia Maccagnano, i solisti del Coro Lirico Siciliano, Valentina Martino, Stefania Di Stefano, Antonella Mollica, Stefano Molica, Marco Zappia, Claudio Faranda, Simone Corso, Adriana Mangano, Nunzia Lo Presti, Salvo Nigro, Federico Chiofalo, Vincenzo Pinzone, gli Extremo Sud (Franco Arigò, Luigi Perroni, Carmelo Finocchio), Giuseppe Pizzardi, Laura Costantino, Alice Fasolo, Alessandra Baiocchi, Salvo Amato, l’Associazione Artisti per Caso.

Grazie.