Caffè Galante

«common spaces and coffee houses have a rich history of affecting the democratic process» Jack Dorsey

Un Pellegrinaggio alla Neviera di Monte Fossa della Neve

Lascia un commento

Quando nacque il Caffè Galante (negli anni venti del Novecento), per prepare i gelati occorreva approvigionarsi della neve ammassata durante l’inverno nelle neviere situate sulle alture circostanti. Da qui, caricata sui muli e ricoperta di paglia, veniva portata giù a Patti e riposta in un deposito al secondo piano sotterraneo del caffè.

Le foto di questo album ritraggono ciò che rimane della neviera di monte Fossa della Neve, posta ai confini tra Librizzi, Montagnareale e Sant’Angelo di Brolo  (più esattamente nel comune di Librizzi nel punto lat/lng 38.09575/14.9216).

Si compie, finalmente, il desiderio, a lungo coltivato, di un autentico pellegrinaggio, non privo di emozione, nel ricordo della fatica del lavoro di Carmelo Galante (1909-1996), dall’età di otto anni già accanto al padre Giuseppe (1880-1963) nella preparazione dei gelati, e dei tanti nevaioli (“invisibili”, come li ha definiti Gloria Faustini nel corso delle sue inchieste storico-sociali, con la sensibilità e il rispetto che la caratterizzano), cui la neve dava fatica e lavoro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...